Edward Alexander Crowley, nato a Leamington, nella contea di Warwick (Regno Unito) il 12 ottobre 1875 e morto ad Hastings il primo dicembre del 1947, fu un occultista inglese, poeta, pittore, romanziere e alpinista.

English version


La sua era una famiglia benestante, in cui entrambi i genitori erano di fede fondamentalista cristiana, appartenenti alla setta dei Confratelli di Plymouth [1]. Dopo la morte della giovane sorella all’età di otto anni, la famiglia si trasferisce e Crowley inizia a frequentare le scuole elementari e medie private a Cambridge.

All’età di 11 anni, a seguito della morte del padre, a cui era devotamente legato, Crowley eredita un terzo delle sue fortune. Il suo curriculum scolastico inizia a peggiorare ed egli diviene sempre più scettico nei riguardi

della cristianità e della sua morale. I suoi interessi giovanili, raggiunta la maggiore età, spaziavano dagli scacchi alla poesia, dall’alpinismo alla frequentazione di prostitute.

Nel 1895 Crowley si iscrive al Trinity College di Cambridge, indirizzandosi verso le Scienze Umanistiche e la Letteratura Inglese; nel frattempo proseguiva la sua carriea alpinistica, scalando alcune cime delle Alpi svizzere. Nel 1897, secondo alcuni biografi, egli diviene consapevole delle sue tendenze bisessuali. Sempre nel medesimo anno, considerando per il suo futuro una carriera diplomatica in Russia, soggiorna a San Pietroburgo per apprendere la lingua.

Nel 1898 abbandona gli studi a Cambridge e dopo una breve malattia, che lo costringe a meditare sulla futilità dell’esistenza, si avvicina alle scienze occulte. Nel medesimo anno conosce a Zermatt, in Svizzera, Julian L. Baker, un chimico con interessi nell’alchimia che più tardi a Londra lo introdurrà nella cerchia dell’Ordine Ermetico della Golden Dawn [2]. Qui Crowley inizia il suo percorso di apprendimento sulla magia cerimoniale e l’uso rituale di droghe, progredendo nei gradi inferiori della Golden Dawn; ma a causa dei suoi atteggiamenti libertini e per la sua dichiarata bisessualità gli viene rifiutato l’ingresso al Circolo Interno. Il leader del gruppo, MacGregor Mathers, lo ammetterà in seguito al Grado di Adeptus Minor, ma questo provocherà la scissione dell’Ordine.

Nel 1900 si imbarca per il Messico. A Città del Messico prosegue le sue pratiche di magia cerimoniale e di evocazioni enochiane [3], scrive alcune composizioni poetiche e scala numerose vette del paese, tutte sopra i 5000 metri. Nei due anni successivi continua suoi viaggi, facendo tappa a San Francisco, Hawaii, Giappone, Hong Kong, Ceylon (Sri Lanka); in India si dedica alla pratica del Raja Yoga [4] e alla frequentazione di monasteri. Raggiunto da alcuni compagni alpinisti, tenta la scalata del K2, ma a causa dei malanni che colpiscono il gruppo la spedizione, raggiunti i 6200 metri, rinuncia alla vetta.

Verso la fine del 1902 Crowley è a Parigi, dove frequenta il milieu artistico della città, continuando a scrivere composizioni poetiche. Nel 1903, di ritorno alla sua dimora scozzese di Moleskine, Crowley sposa Rose Edith Kelly, figlia del ritrattista inglese Sir Gerald Kelly, provocando la contrarietà della famiglia della sposa.

Nel 1904 Crowley e Rose giungono al Cairo. Crowley invoca le antiche divinità egizie, studiando nel frattempo l’arabo e il misticismo islamico. Durante il soggiorno, a seguito delle visioni della moglie, egli pensa di essere in procinto di incontrare il dio Horus [5]. Qualche tempo dopo sente una voce disincarnata a cui dà il nome di Aiwass, un messaggero di Horus. Questi nei tre giorni successivi gli detta Il Libro della Legge, proclamando che l’umanità sta entrando in un nuovo eone di cui Crowley sarà il profeta. Il Libro della Legge sarà la pietra miliare della religione che egli fonderà, Thelema (traslitterazione del greco θέλημα, volontà).

Nel 1905 nasce la prima figlia della coppia, Lilith. Nel 1906 Crowley decide di scalare il Kanchenjunga, la terza montagna più alta del mondo, ma la spedizione fallisce per disaccordi tra Crowley e i partecipanti e la morte di due scalatori. Assieme alla famiglia viaggia per il sud della Cina, Hanoi e Shangai, sempre praticando i suoi rituali giornalieri e fumando oppio. Dopo il ritorno della famiglia in Europa, egli prosegue per Giappone, Canada e Stati Uniti. Al suo ritorno, apprende che la figlia è morta di febbre tifoide. Nel 1907 Rose dà alla luce un’altra figlia, Lola Zaza.  

Dopo alcune esperienze con i rituali di Abramelin [6] e con l’hashish, al seguito delle quali dichiara di aver raggiunto il samadhi, Crowley afferma di essere stato nuovamente contattato da Aiwass, che gli detta altri due testi. Nel novembre del 1907 Crowley fonda l’A∴A∴ [7], un ordine occulto che ha come base gli insegnamenti della Golden Dawn rivisti secondo i dettami del Thelema; nel 1909 inizia la pubblicazione del semestrale The Equinox, la rivista ufficiale dell’ordine. Nello stesso anno divorzia dalla moglie, a causa del persistente alcolismo che la condurrà negli anni successivi al ricovero.

Tra il 1909 e il 1911 Crowley viaggia in Algeria con il suo discepolo e partner sessuale Victor Neuburg, poeta e scrittore inglese, praticando i rituali della magia enochiana. Intanto in patria la sua fama si accresce, grazie alla pubblicità data dalla stampa alla rappresentazione pubblica dei Riti di Artemide e di Eleusi.

Nel 1912, Crowley conosceTheodor Reuss, a capo dell’ordine occultista tedesco Ordo Templi Orientis; assieme decidono di riformare l’ordine associandovi elementi thelemici. Affascinato dall’enfasi dell’O.T.O. sulla magia sessuale, Crowley decide di incorporarvi dei rituali per il sesso anale. Nel 1913 diventa produttore per un gruppo di violiniste che si esibirà a Mosca; secondo alcuni, si trattava in realtà di una copertura per spiare gli elementi rivoluzionari su ordine dell’intelligence britannica.

Nel 1914 Crowley è a New York, dove per guadagnarsi da vivere scrive per l’edizione americana di Vanity Fair e lavora come freelance per una famosa astrologa americana, Evangeline Adams. Nel 1915 viene impiegato come scrittore da una spia germanica per le sue attività di propaganda pro-Germania, ma si suppone che Crowley operasse come doppio agente per la British intelligence allo scopo di recuperare informazioni sulla situazione tedesca. Nel frattempo continua a fare propaganda per il Thelema.

Tornato a Londra nel 1920, riparte presto per Parigi dove, consultando l’I Ching, decide di fondare un’abbazia di Thelema a Cefalù, in Sicilia, che in breve tempo vede confluire numerosi seguaci. I giorni trascorrono tra rituali evocatori e pratiche di magia sessuale; Crowley diviene dipendente dall’eroina e dalla cocaina, prescrittegli all’origine dal suo medico per problemi di asma. Nel 1923, a seguito di una campagna diffamatoria della stampa inglese, il governo Mussolini decide di espellerlo dall’Italia, e l’abbazia senza di lui viene abbandonata.

Tra il 1923 e il 1929 Crowley, minato nella salute, si sposta tra Tunisi e la Francia nel tentativo di liberarsi dalla sua dipendenza. Nel frattempo continua le sue pratiche di magia sessuale con numerosi partner, uomini e donne. Nel 1928 scrive il suo lavoro più significativo, Magick, scegliendo la versione antica della parola allo scopo di distinguere la vera magia da quella illusionistica.

Nel 1929 viene espulso dalla Francia per la sua cattiva reputazione, e lo stesso anno sposa a Londra la nicaraguense Maria Teresa Sanchez. Nel 1930 si sposta a Berlino, poi a Lisbona per incontrare il poeta Fernando Pessoa [8]; qui inscena la sua morte, salvo riapparire a Berlino qualche settimana dopo per presenziare a una sua mostra di quadri. Nel 1935 ritorna a Londra per sottoporsi a un’ulteriore operazione alle cavità nasali; nello stesso anno la corte di Londra dichiara la sua bancarotta per insolvenza continuata.

Nel 1937 una sua amica si offre di fargli avere un figlio, che egli soprannominerà Aleister Atatürk (morirà nel 2002). Scrive un libro che ha un discreto successo, l’Equinozio degli Dei, tiene conferenze e dà lezioni private di yoga e magia. È il periodo in cui pensa che Hitler potrebbe essere un buon candidato per il Thelema, salvo ricredersi quando il dittatore abolisce la sezione tedesca dell’O.T.O.

Alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale la sua asma peggiora; non potendo più contare sulla disponibilità di farmaci tedeschi, riprende a utilizzare l’eroina. È del 1944 l’uscita del mazzo di Tarocchi da lui disegnati, accompagnati dalla pubblicazione de Il Libro di Toth. Conosce Gerald Gardner, il futuro fondatore della Wicca, a cui affida il compito di far rivivere la sezione britannica dell’O.T.O.

Il primo dicembre 1947, all’età di 72 anni, Crowley muore a causa di una degenerazione miocardica aggravata della pleurite e dalla bronchite cronica. Al funerale partecipa solo una dozzina di persone, che danno lettura di alcuni estratti della Messa gnostica, del Libro della Legge e dell’Inno a Pan. Il corpo sarà cremato, e le ceneri sepolte in New Jersey (USA) nel giardino della casa di Karl Germer, il successore di Crowley alla guida dell’O.T.O.


Bibliografia di Aleister Crowley (in italiano)

  • L’Equinozio degli Dei – Liber Aba parte IV: θέλημα La Legge
  • Il Libro di Toth – Corso pratico avanzato sull’uso dei Tarocchi – Tarocco Egizio
  • Magick – Liber Aba parti I-III
  • Il Libro della Legge
  • I Ching
  • Atlantide
  • Il Testamento di Magdalen Blair
  • Bagh-I-Muattar – Profumi dal giardino di Abdullah
  • I Racconti della Bestia
  • Macchie Bianche
  • Figlia della Luna
  • Le Nozze Biochimiche di Peter Pendragon
  • Entusiasmo Energizzato – Una nota sulla Teurgia
  • Divinità Domestiche